La storia di Benedetta e Cip


benedetta e il cavallo cip

Tutto è iniziato in maniera tragica.
Cip era un cavallo che correva in una delle contrade di Siena, purtroppo si infortunò azzoppandosi e per molti era un cavallo che non sarebbe più servito a nulla.

Lo presero i miei vicini di casa che stanno in un posto a fianco a Monticiano (posto vicino dove sto). Purtroppo la famiglia che lo aveva preso non aveva tempo da dedicargli.
Mio nonno così, sapendo che io non avrei mai potuto vederlo in quelle condizioni, me lo ha preso e per il mio compleanno di circa 3 anni fa mi portò bendata fino a lui e sentii con il palmo della mano il suo morbido naso. Mi tolsi di colpo la benda e lo abbracciai in una maniera che penso nemmeno Cip se la potrà scordare. Da lì è iniziata la nostra storia.


Purtroppo durò per poco tempo perché caddi mentre montavo a pelo un altro cavallo che ancora non era stato domato del tutto e mi feci male alla schiena. I medici mi dissero che sarei potuta restare sulla sedia a rotelle per sempre… da lì mi si spezzò il cuore.

Una notte sognai che Cip veniva portato al macello e da lì feci in tutti i modi per guarire. Dopo circa un mese mi ripresi abbastanza bene, dopo svariate cure, e così la prima cosa che feci fu tornare da lui riabbracciandolo nello stesso modo della prima volta.
Adesso tra noi ci legano molto le storie dei nostri passati. Siamo legati, legati come non ho mai legato con nessuno.

Adesso lui ha 8 anni e spero che non si scordi mai di me. Quando purtroppo se ne andrà, pure una parte di me se ne andrà con lui.
Cip mi è stato sempre a fianco e me n’è grato di averlo in un certo senso salvato e io gli sono grata per tutto ciò che mi trasmette.

Grazie Cip ♥

Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi