La storia di Wiktoria e Rebeca


wiktoria e cavallina rebeca

Salve, io sono Wiktoria e la mia cavallina si chiama Rebeca e questa è la nostra storia.

Ci siamo conosciute nel giugno del 2013 quando la mia istruttrice decise di farmela montare per la prima volta, da quel momento mi innamorai.
Non era una semplice cavallina da scuola, ma aveva (ed ha ancora) il suo caratterino.
Non le piaceva il contatto umano, non si fidava di nessuno per non parlare degli altri cavalli (si può dire che era associale e che odiava tutto e tutti).
Nel febbraio del 2014 i miei genitori decisero di prendermela in mezza fida e da li è iniziata la nostra vera storia.


Avete presente il rodeo? Ecco le nostre lezioni erano più o meno cosi. Col tempo sono riuscita a trottare in pace senza sgroppate o “difese”, ma era rimasto il problema della partenza al galoppo. La mia esperienza non era tanta e lei ne approfittava tanto perché ogni mio piccolo errore me lo faceva pagare 10 volte… questa cavallina non solo era un’attimo da mettere sotto ma sopratutto da capire.

Lei non era facile da interpretare perché provava un’odio profondo verso gli altri cavalli che si scaturiva alla richiesta della partenza al galoppo; lì avevamo un grave problema che abbiamo risolto dopo 2 anni con la pazienza, ovvero ogni volta che faceva così veniva “sgridata” e poi ricominciavo daccapo, quindi la distraevo con esercizi al trotto, la distraevo con il mio menefreghismo ai suoi atteggiamenti.

Nell’estate del 2014 abbiamo partecipato alle gare del trofeo delle scuole di campagna e siamo uscite con un buon 2° posto in finale.
Un giorno dopo una lezione la mia istruttrice mi ha presa da parte e mi ha chiesto se avessi avuto voglia di comprarla siccome lei non ci poteva più fare niente perché si faceva montare solo da me. Io rimasi a bocca aperta.

I miei genitori ci misero un po’ di tempo per accettare la proposta ma anche loro mi fecero una domanda: “sei sicura che vuoi proprio lei? Sai che è una cavallina con molti limiti. Anche noi ci siamo affezionati a lei ma già che compriamo un cavallo possiamo prenderne uno migliore.”

Io li guardai e risposi: “grazie ma no, perché un cavallo che sa fare non è difficile ed è a lei che ci tengo dopo tutto quello che mi ha dato partendo dalla fiducia, non voglio lasciarla mai più”.

Il 1 aprile 2015 è diventata mia. Purtroppo dopo una settimana si è lesionata un tendine, quindi sono seguiti 9 mesi di riabilitazione ma non mi pento perché abbiamo legato come mai, anzi come se ne avessimo proprio bisogno. Ci è servito.
Due mesi dopo (siccome dopo questo infortunio non potevamo più saltare) ci siamo date al dressage. La prima gara di dressage subito primo e secondo posto, con una percentuale del 56%.

Sono molte le soddisfazioni che mi porta questa cavallina, dalle gare alle passeggiate al mare, galoppate sfrenate nell’oasi. Poi partire l’anno con una percentuale del 56% e arrivare al 72,5% è stato pazzesco, specialmente dopo che molti dicevano che avevamo dei limiti, ma noi abbiamo dimostrato che i limiti esistono solo nella mente!

Ora è un anno e mezzo che è mia, un anno e mezzo di lavoro sodo ma anche di piaceri come monta naturale, passeggiate al mare e in montagna.

Grazie di tutto Reby!

Condividi l'articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi